I neonati pretermine sentono dolore?

Quando si parla di prematurità è necessario soffermarsi sul problema della percezione del dolore. Fino alla fine degli anni ’80 si riteneva che il neonato, specialmente se molto pretermine, non avesse maturato le componenti anatomiche deputate alla percezione del dolore. Studi successivi hanno invece dimostrato che non solo esse sono già presenti, ma che a causa di un’immaturità dei sistemi inibitori del dolore, il bambino prematuro è un soggetto iperalgesico.

Le stimolazioni dolorose ripetute e non controllate da interventi analgesici, lo stress delle patologie e della lungodegenza in TIN agiscono sulla elevata “plasticità cerebrale” del nato pretermine, tanto da determinare l’organizzazione del sistema dolorifico e modulare lo sviluppo di aree cerebrali (corteccia prefrontale) chiamate in causa nello sviluppo di problemi psico-comportamentali. Come per tutte le altre età della vita, la prevenzione del dolore e l’analgesia devono pertanto essere parte integrante dell’assistenza ai neonati pretermine.