‘MEDICINA: NUOVE SPERANZE PER RETINOPATIA NATI PREMATURI (ANSA) – ROMA, 22 NOV 2010 – “Siamo vicini alla messa a punto di nuove tecniche per la cura della retinopatia nei prematuri, i nati con peso inferiore a 1 kg”. Lo ha annunciato Costantino Romagnoli, neonatologo della terapia intensiva neonatale (Tin) del Policlinico Gemelli di Roma, ieri sera all’Auditorium Parco della Musica in occasione dell’affollato concerto di Mario Biondi, Bungaro, Alfredo Serafini, CoreAcore, Noemi, e Joe Barbieri, per la raccolta fondi da destinare all’associazione Genitin che assiste i genitori dei neonati prematuri. Ogni anno in Italia, precisa l’associazione presieduta da Franco Sciarretta, nascono 50.000 bambini prematuri, dei quali 5.500 pesano meno di 1,5 Kg e sono i più a rischio di crescere con degli handicap. Nel nosocomio romano dell’Università’ Cattolica attualmente sono ricoverati in Tin 14 bimbi prematuri. “La ricerca si sta concentrando – ha aggiunto Romagnoli – sulla sopravvivenza delle nascite sotto i 750 grammi di peso, la sfida oggi è infatti assicurare la vita ai prematuri tra i 500 e i 750 grammi, ma là nostra angoscia più grande resta per le difficoltà sensoriali dei prematuri. Tuttavia, grazie alla ricerca e ai frutti delle borse di studio finanziati dall’associazione Genitin si aprono nuove speranze non tanto per i bambini portatori di deficit visivi ma per i neonati che arrivano ora nel nostro reparto”.

Un audio-libro con la voce narrante di Neri Marcorè verrà messo in commercio da Genitin . “Si tratta di un ulteriore, prezioso passo – ha concluso Sciarretta – per il sostegno di una associazione senza scopo di lucro come la nostra, che – come tutte le Onlus – vede tragicamente decurtati i proventi dalle donazioni del 5 per mille”.(ANSA).